Assemblea ordinaraia Unpit – 24 novembre 2017

Da Coordinamento Unpit
alessandroseracini@tiscali.it

Notiziario del 25 novembre 2017

Venerdì 24 novembre 2017 si è tenuta a Milano, presso Palazzo Cusani, l’Assemblea annuale dell’Unione Nazionale Pensionati per l’Italia che quest’anno prevedeva anche le elezioni per il rinnovo del Consiglio direttivo.

In apertura dei lavori è stata letta la Relazione del Consiglio uscente che riportiamo di seguito.

ASSEMBLEA UNIONE NAZIONALE PENSIONATI PER L’ITALIARELAZIONE DEL CONSIGLIO

Cari Soci,

Con questa assemblea si chiude il primo quadriennio di vita della nostra associazione. Il rodaggio è compiuto. Ora la direzione di Unpit passa dalle mani dei cofondatori a quelle dei soci democraticamente eletti, come stabilito dallo Statuto.

Nei quattro anni trascorsi è profondamente mutata la composizione degli iscritti, sia per quanto concerne la provenienza professionale che per quanto attiene alla loro collocazione sul territorio nazionale. Nata come associazione per gran parte composta da giornalisti e con iscritti risiedenti al 90% in Lombardia, Unpit ha oggi una composizione più distribuita sia quanto a professioni di provenienza che per distribuzione geografica. Con due concentrazioni prevalenti nel Lazio e in Lombardia e con presenze significative nel Triveneto, in Piemonte, in Liguria e in Emilia Romagna. Tre le delegazioni ufficialmente operanti: quella di Roma/Lazio con una prevalenza di soci provenienti dal settore aeronavigante, la delegazione piemontese e quella ligure.

Nel 2016 abbiamo perso la sede iniziale delle riunioni, il Circolo della Stampa, che ha chiuso i battenti.

Sede peraltro egregiamente sostituita dal Circolo di Presidio nel quale ci troviamo oggi. Un Circolo prestigioso nel prestigioso Palazzo Cusani. Questo capitolo si è dunque rapidamente concluso nel 2017 con piena soddisfazione di tutti gli associati.

Nell’anno che sta per chiudersi il Consiglio ha anche rinnovato totalmente il sito, come richiesto dall’assemblea del 2016. Il tutto ha rappresentato un forte investimento. Il sito è così oggi più aperto a ciò che interessa la generalità dei pensionati che Unpit vuole rappresentare. Sono di conseguenza aumentate le collaborazioni alla pubblicazione di argomenti che riguardano sia il tema vero e proprio della Previdenza che altri temi, da quelli culturali a quelli dell’informazione, ecc…

Il FORUM, vero e proprio fiore all’occhiello dell’attività di UNPIT, è cresciuto nel 2017 in modo esponenziale. Conta oggi 11 associazioni che insieme vantano centinaia di migliaia di soci. E’ di mercoledì scorso l’entrata nel FORUM dell’Associazione Nazionale Professori e Ricercatori Pensionati, un settore professionale che mancava e che lo arricchisce notevolmente. Il FORUM, così come è stato pensato e voluto da UNPIT, rappresenta la soluzione da tempo attesa per superare il vero punto di debolezza dei pensionati: la loro divisione in mille e mille mini associazioni. L’obiettivo numerico del FORUM è arrivare a rappresentare 3 milioni circa di pensionati che con le loro famiglie diventano più di sei milioni di cittadini che attraverso il FORUM parleranno alla politica ed alle istituzioni con una sola voce.

Il 2017 ci ha portato la doccia fredda della sentenza della Consulta che ha respinto i ricorsi contro il Dlgs 65/2015 che aveva vanificato gli effetti della sentenza 70/2015 della stessa Consulta. UNPIT e il FORUM faranno esaminare le motivazioni della sentenza da studi legali qualificati per vedere se ci sono gli spazi per un ricorso alla Corte dell’UE.

Veniamo ora al Convegno deliberato dal FORUM. Lo sta preparando una commissione mista nella quale UNPIT è presente con i soci Riccardo Borserini, Michele Carugi, Roberto Di Barletta, Alessandro Seracini, Francesco Tarricone. Si terrà a Roma il 7 febbraio se le elezioni saranno a marzo. In una data successiva nel caso in cui le elezioni slittino a maggio.

Due gli obiettivi del Convegno: far conoscere il FORUM al grande pubblico e far conoscere alla politica il potenziale e le attese delle Associazioni che lo compongono. Il comitato sta lavorando alla messa a punto dei temi sui quali impostare il convegno. Certo è che i temi dovranno essere un mix di rivendicativo e di propositivo. L’opinione pubblica e la politica devono prendere atto che il FORUM lavora alla tutela del potere d’acquisto delle pensioni in essere e di quelle che avranno i cittadini che sono oggi in attività lavorativa. Un posto di rilievo negli argomenti che verranno sviluppati al convegno lo avrà anche il tema delle pensioni di reversibilità. Invitati a parlare saranno politici di vertice dei principali schieramenti ed esperti nel ramo della Previdenza.

Il 2017 ha portato anche le dimissioni di Franco Abruzzo, prima da presidente per protesta nei confronti della sentenza del 24 ottobre della Consulta e poi da UNPIT stessa per motivi legati all’organizzazione delle elezioni per il rinnovo del Consiglio direttivo. Inutili sono risultati i tentativi di quanti hanno cercato di farlo ritornare sulle sue decisioni.

Il Consiglio ha preso dunque atto delle dimissioni di Abruzzo che ringrazia per l’apporto dato all’Associazione nei quattro anni in cui l’ha guidata da Presidente. Abruzzo ha poi chiesto, in periodo successivo alle sue dimissioni, di poter pubblicare sul sito Unpit un suo articolo. Richiesta subito accettata. Come accettate saranno anche altre eventuali future richieste di pubblicazione di suoi articoli che trattino argomenti d’interesse per le categorie professionali che fanno capo ad UNPIT.

Come detto in apertura di questa relazione, con l’assemblea elettiva di oggi si chiudono i primi quattro anni di vita del nostro Movimento. E’ dunque il momento di tirare le somme. Al positivo va senz’altro ascritto quanto UNPIT ha saputo creare, FORUM in testa ma non solo, nonostante l’assoluta mancanza di mezzi materiali. Da far crescere è invece la voce nuove acquisizioni. Voce peraltro non facile da sviluppare in un contesto generale di sfiducia verso tutto ciò che va sotto il titolo di partiti e di associazionismo. Ne sanno qualcosa le organizzazioni sindacali e i grandi e piccoli partiti, come si è visto anche alle recenti elezioni.

Il Consiglio chiude questa relazione facendo un realistico quadro di quelli che potrebbero essere gli obiettivi a cui puntare nell’immediato futuro con una qualche speranza di successo. Ne emerge uno su tutti: la difesa del potere d’acquisto iniziale delle pensioni di oggi e di domani. Per UNPIT e per il FORUM andare in pensione non deve in nessun modo significare avviarsi verso l’impoverimento. L’andare in pensione deve essere l’inizio di un percorso che consenta ad ogni cittadino e alla sua famiglia di godere dei frutti da lui stesso costruiti in tanti anni di lavoro dati al Paese. Un potere d’acquisto che si può difendere in molti modi, non solo con la perequazione. Si pensi, ad esempio, ad una minore tassazione per chi è in pensione o a tariffe ridotte per l’elettricità, il gas, i servizi pubblici, ecc… Senza comunque lasciare alcunché d’intentato al fine di recuperare quanto ci è stato tolto con i noti blocchi della perequazione.

Il Consiglio, nell’accingersi a passare il testimone ai colleghi che subentreranno per guidare UNPIT nei prossimi quattro anni, ai quali porge un caloroso augurio di buon lavoro, chiude queste note con un grazie sentito ai soci che dalla fondazione del nostro Movimento hanno speso tempo e professionalità a titolo assolutamente gratuito per farlo crescere ed anche per gestirlo nella sua quotidianità.

Il Consiglio Direttivo UNPIT

Milano, 24 novembre 2017

LE ELEZIONI PER IL NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO UNPIT HANNO DATO I SEGUENTI RISULTATI

 Consiglieri eletti voti

1. Tarricone Francesco 70
2. Seracini Alessandro 68
3. Minneci Emanuele 59
4. Otto Guido 59
5. Borserini Riccardo 58
6. Perelli Ercolini Marco 56
7. Pretali Virginio 55
8. Vainieri Giuseppe 55
9. East Seracini Penelope Susan 54
10. Sacconi Dario 54
11. Trovò Paolo 53
12. Malinverno Beniamino 52
13. Banfi Ugo 51
14. Bartolotti Giancarlo 50
15. Cortellezzi Armanda 49
16. Solimena Luciano 48
17. Nicotri Pino 42
18. Corti Gianluigi 22
19. Scorticati Fiorenzo 19
20. Liguoro Alberto 17
21. Raffaele di Barletta Roberto 14
22. Carugi Michele 13
23. Salgarello Bruno 11
24. Impronta Rino 10
25. De Stefani Luciano 8
26. Caraffini Giovanni 7

 

Il nuovo Consiglio direttivo sarà convocato entro la prima quindicina del mese di dicembre 2017 per eleggere, a norma dell’art.7, punto 3 dello Statuto, il Presidente nazionale e la Giunta esecutiva.

Nel corso della stessa seduta, ai sensi dell’art.8, punti 3 e 4 dello Statuto, la Giunta nominerà, su proposta del Presidente, il Vice Presidente, il Tesoriere ed assegnerà le cariche operative.