L’uguaglianza dimenticata dall’Inpgi e dai Ministeri vigilanti del Lavoro e dell’Economia

25.2.2017 – A cura di F. Abruzzo

L’uguaglianza dimenticata dall’Inpgi e dai Ministeri vigilanti del Lavoro e  dell’Economia (nonché dalla Fnsi che governa la Fondazione con la Fieg). I giornalisti pensionati  sono stati discriminati rispetto a tutti gli altri pensionati (Inps e Casse) che non subiranno tagli dei loro assegni. L’uguaglianza di trattamento è un cardine fondamentale del sistema costituzionale italiano. – 1. Sentenza n. 437/2002 della Corte costituzionale: “E’, infatti, da osservare anzitutto che il perseguimento dell’obiettivo tendenziale dell’equilibrio di bilancio non può essere assicurato da parte degli enti previdenziali delle categorie professionali  con il ricorso ad una normativa che, trattando in modo ingiustificatamente diverso situazioni sostanzialmente uguali, si traduce in una violazione dell’art. 3 della Costituzione. L’iscrizione ad albi o elenchi per lo svolgimento di determinate attività è, infatti, prescritta a tutela della collettività ed in particolare di coloro che dell’opera degli iscritti intendono avvalersi”. – 2.Sentenza n. 275/2016 della Corte Costituzionale: i diritti “incomprimibili” dei cittadini vengono prima del pareggio di bilancio (art. 81 Cost.).
TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=22764