Taglio delle pensioni dei giornalisti: pubblicata finalmente sul sito dell’inpgi la delibera del cda n. 63 del 28 settembre 2016 approvata il 20/2/2017 dai ministeri vigilanti del lavoro e dell’economia

22.3.2017 – A cura di F. Abruzzo

I due ministeri hanno agito d’accordo o il ministero del lavoro ha agito in contrasto con la tesi sul punto del ministero dell’economia? Buio pesto sulle due “note” dei ministeri vigilanti che hanno dato disco verde alla riforma e al prelievo sugli assegni.

Di conseguenza non sembra essere stato pienamente rispettato il principio della trasparenza (tutelata anche dall’articolo 4/a del dlgs 509/1994) degli atti amministrativi con conseguenti possibili effetti negativi sui diritti soggettivi dei singoli giornalisti pensionati ai quali viene di fatto impedito di conoscere i motivi dei 2 provvedimenti ministeriali qualora essi intendessero impugnarli davanti al Tar del Lazio e/o al tribunale del lavoro territorialmente competente.
Appello di UNPIT ai ministri Poletti e Padoan: “Fate qualcosa in fretta perché i giornalisti possano conoscere i provvedimenti varati dai vostri uffici. Il silenzio è intollerabile violando costituzione e leggi (sul diritto fondamentale di difesa)”.
TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=22971